AGAINST ANIMAL CRUELTY

Gatti in trasportini, due volontarie a giudizio

Sono accusate di aver “detenuto 14 gatti di diverse razze e un cane meticcio in condizioni incompatibili con la loro natura e comunque produttive di gravi sofferenze, consistenti nel collocarli all’interno di locali destinati ad uffici amministrativi stipati in gabbie per la degenza”, in quanto ammalati, “per più di sei ore al giorno”. La contestazione per Simonetta N., presidente dell’associazione volontari canile di Porta Portese e a Ilaria Z., responsabile dell’area settore gatti, è contenuta nell’atto di chiusura delle indagini fatto dal pm Maria Bice Barborini della Procura di Roma. Il passaggio, in genere, prelude alla richiesta di rinvio a giudizio. Secondo il magistrato le gabbie erano “ricoperte da teli in modo da non far entrare la luce”. Gli amici a quattro zampe sono stati affidati alle cure di privati dopo l’ispezione, del gennaio scorso, dei carabinieri del Nas. Il reato contestato (articolo 727 del codice penale) stabilisce che “chiunque abbandona animali domestici o che abbiano acquisito abitudini della cattività è punito con l’arresto fino ad un anno o con l’ammenda da 1.000 a 10.000 euro. Alla stessa pena soggiace chiunque detiene animali in condizioni incompatibili con la loro natura, e produttive di gravi sofferenze”.(Apcom)

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...