AGAINST ANIMAL CRUELTY

Arse vivi tre cani, preso 56enne di Taranto

Infastidito per gli escrementi trovati per terra diede fuoco e uccise tre cagnolini che un’ associazione animalista aveva lasciato in un fondo di sua proprietà: un operaio di 56 anni di Leporano (Taaranto) è stato identificato e denunciato dai carabinieri.

Il 9 settembre scorso alcune responsabili dell’associazione animalista ‘Quattro cani per strada’, avevano trovato nei pressi di un casolare di Leporano, nel tarantino, i corpi bruciati di tre dei quattro cagnolini che accudivano in quell’immobile abbandonato dopo averli trovati chiusi in una busta di plastica qualche giorno prima. Le indagini dei carabinieri hanno consentito di accertare che, proprio il 9 settembre, il proprietario del casolare avrebbe trovato i cagnolini e, infastidito per la presenza indesiderata e per i pochi escrementi lasciati a terra, avrebbe appiccato un piccolo fuoco dove avrebbe gettato anche i piccoli animali.

Uno è riuscito a scappare ed è stato ritrovato incolume mentre due sono morti carbonizzati ed un quarto è stato trovato a poca distanza ancora vivo ma con gravi ustioni ed è morto successivamente tra indicibili sofferenze. Il proprietario del fondo è stato quindi denunciato alla Procura della Repubblica per il reato di uccisione di animali ed ora rischia una pena detentiva fino a diciotto mesi.

|Leggo|

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...