AGAINST ANIMAL CRUELTY

Vetturino aggredisce una ragazza dopo che, gli venivano chieste, spiegazioni sul trattamento riservato al cavallo

immagine di repertorio

Le botticelle romane fanno discutere per le condizioni in cui sono costretti a “lavorare” i cavalli. Nonostante le proteste di associazioni come l’Oipa (Organizzazione internazionale per difesa degli animali), continuano a passare per le vie della Capitale, in mezzo al grande traffico. Inutile il tentativo di alcuni cittadini di sottrarre i cavalli alla botticella. Una ragazza romana impietosita, vedendo l’animale bendato da una retina, nel traffico congestionato di via del Corso, sotto il sole estivo, ha chiesto al vettorino di sapere quantomento il motivo di quella retina. L’uomo ha reagito aggredendo la ragazza, tanto da far ricorrere la vittima alle cure dell’ospedale.

Fortunatamente alcuni passanti sono intervenuti e sono riusciti a fermare l’aggressore. Poco distante c’era una pattuglia dei vigili urbani che è subito intervenuta (anche se al comandante del Primo Gruppo, Cesarino Caioni, non risulta nulla).

Tutto accaduto sotto gli occhi di centinaia di cittadini e turisti. Davvero una “bella” figura per una città che punta molto sulla sua immagine e sul turismo.

Per l’Oipa si tratta di un episodio non isolato che testimonia ancora una volta l’atteggiamento arrogante e prepotente dei conducenti delle carrozze, i quali non gradiscono evidentemente quando qualcuno, con il solo obiettivo di tutelare il benessere dei cavalli, fa loro notare le infrazioni commesse. Le più frequenti, come denunciato nei mesi scorsi con documenti video e fotografici realizzati dai volontari, sono l’andatura al trotto, il trasporto di un numero di passeggeri superiore a quello consentito e le corse effettuate negli orari di pausa (dalle 13 alle 17).

Anche Alessandro Onorato, capogruppo Udc in Campidoglio chiede che vengano presi provvedimenti risolutivi: “Non possiamo più tollerare che sulle strade della Capitale ci sia un servizio, per altro a concessione comunale, privo di tariffe prestabilite con l’amministrazione e che non vengano certificate neanche dall’emissione di una ricevuta.

Molti vetturini, inoltre, continuano a non rispettare i protocolli stabiliti dal Campidoglio: prendono strade e percorsi vietati intralciando il traffico e mettendo a rischio la vita dei cavalli. E’ giunta l’ora che il Sindaco Alemanno – conclude Onorato – si batta seriamente contro gli interessi di una vera e propria piccola lobby che si autogestisce nella più completa anarchia e che con sfrontatezza, oggi come già in passato, prova a difendere i propri diritti con atti violenti”.

“È ora che il Comune di Roma si svegli dal letargo e tenga fede alle sue promesse di ripristinare la legalità circa la situazione delle botticelle”, ha dichiarato Claudio Locuratolo, presidente della Sezione Enpa di Roma, ricordando: “Anche quest’anno le Guardie Zoofile dell’Enpa di Roma hanno accertato numerose violazioni al regolamento comunale di Roma da parte dei vetturini, in particolare l’andatura non consentita del trotto, che prevede la sospensione della licenza, e la violazione della pausa di riposo dei cavalli durante il periodo estivo”.

“L’episodio denunciato oggi dalla stampa è gravissimo e intollerabile”, comunica in una nota l’assessore all’Ambiente Fabio De Lillo, spiegando che su mandato del sindaco Alemanno, sta seguendo l’indagine dei carabinieri, “ma se la versione della ragazza aggredita verrà confermata sarà necessario intervenire immediatamente”.

“A Valentina – prosegue De Lillo – va tutta la mia solidarietà. Come assessore con la delega alla tutela degli animali è mia competenza e mio principale interesse la salute dei cavalli ed è innegabile che in questo settore siano stati compiuti importanti passi in avanti”. L’assessore ricorda che “in passato, per decenni, nulla è stato fatto, mentre questa amministrazione ha aumentato notevolmente i controlli veterinari per la salvaguardia dei cavalli che sono stati tutti microchippati”. De Lillo ricorda anche la speciale pattuglia dedicata al controllo dei vetturini e assicura “sono in costante contatto con il Comandante Giuliani affinché i vigili facciano rispettare il regolamento vigente, con particolare attenzione per l’orario di pausa durante la stagione estiva”. E ancora, ricorda l’istituzione della prima ambulanza dedicata all’assistenza medica per i cavalli e la lista di percorsi preclusi per non affaticare gli animali. Infine, “da tempo stiamo lavorando a un innovativo progetto per lo sviluppo delle botticelle elettriche”, conclude De Lillo, annunciando: “Ormai manca soltanto l’assemblaggio finale, i due primi prototipi saranno pronti per la fine di ottobre. Si tratta di un’assoluta novità, unica in Europa, botticelle senza trazione animale che è auspicabile pensare possano progressivamente sostituire quelle attuali”.

|Express-news.it|

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...