AGAINST ANIMAL CRUELTY

Gatto in gabbia senza cibo, condannato ‘santone di Garlasco’

Teneva un gatto in una gabbia, una trappola destinata alla cattura della selvaggina, sotto il sole, senza cibo, ne’ acqua, in uno stato “incompatibile con la natura dell’animale e in stato di grave sofferenza”. Per il proprietario, Ivan Pignatti, ‘santone di Garlasco’, noto per distribuire bottiglie di acqua a suo dire miracolosa e’ scattata una multa di 500 euro. A renderlo noto e’ l’Aidaa, l’associazione italiana difesa animali e ambiente.

L’uomo e’ stato condannato dal gip di Vigevano, Stefano Vitelli, lo stesso che ha assolto Alberto Stasi dall’accusa di aver ammazzato, il 13 agosto 2007a Garlasco, la fidanzata Chiara Poggi. Il gip, accogliendo la richiesta avanzata dal sostituto procuratore Silvia Baglivo, ha emesso nei confronti del ‘santone’ un decreto penale di condanna a un’ammenda di 500 euro. Le indagini erano scattate in seguito alla denuncia presentata dal presidente nazionale Aidaa, Lorenzo Croce.

“La pena e’ sicuramente lieve, ma -spiega Croce- la condanna rimane come un precedente importante in quanto finalmente vediamo un responsabile di maltrattamento di animale condannato seppur ad una ammenda pecuniaria”. Nel corso della campagna ‘Io lo segnalo – un sms contro i maltrattamenti di animali’ Aidaa ha raccolto oltre 50mila segnalazioni di possibili maltrattamenti in tre mesi.

|Adnkronos|

Annunci

4 Risposte

  1. mary

    slo la multa? si meritava il carcere e una bella “risolata”!!! ma i mostri tutti a garlasco?!

    3 agosto 2010 alle 10:16 am

  2. mary

    slo la multa? si meritava il carcere e una bella “risolata”!!!

    3 agosto 2010 alle 10:16 am

  3. Certo solo la multa…….tanto è un gatto……e pertanto non soffre e non ha sentimenti.Dico solo VERGOGNA !!!!!!!!!!!!!!!

    3 agosto 2010 alle 11:10 am

  4. maria grazia prever

    io avrei proposto un mese di gabbia senza cibo nè acqua invece dei 500 euro. e proporrei comunque per chi maltrattasse un’animale la stessa pena inflitta al povero peloso. che ne dite? avremmo risolto i problemi dei maltrattamenti

    5 agosto 2010 alle 5:13 pm

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...