AGAINST ANIMAL CRUELTY

MALTRATTAVA PICCIONI INCAPPUCCIANDOLI, FALCONIERE A PROCESSO IN VENETO

Avrebbe insegnato ai suoi falchi la caccia utilizzando piccioni «incappucciati» e quindi incapaci di fuggire all’arrivo del rapace. A processo con l’accusa di maltrattamenti su animali il vicentino Marco Boeche, 30 anni, falconiere. A denunciarlo è stata la Forestale, che lo aveva sorpreso con piccioni vivi lasciati dentro una specie di sacca non idonea per i volatili, che li avrebbe immobilizzati. Oltre a questo ai piccioni veniva poi posizionato sulla testa una sorta di cappuccio, che non permetteva loro un volo libero. Nello specifico il paraocchi avrebbe impedito all’animale di volare in una direzione precisa affidandosi così ad un volo causale e diventando una preda facile. L’udienza è fissata a febbraio 2011. Se l’accusa sarà confermata, il vicentino rischia una pena da tre mesi a un anno di reclusione o un’ammenda da 3 a 15 mila euro.

|Corriere della Sera|

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...