AGAINST ANIMAL CRUELTY

EUTANASIA PER 400 OCHE, MINACCIA PER VOLI USA

Eutanasia per 400 oche in un parco di New York: i volatili rappresentavano un rischio per gli aerei in decollo dai vicini aeroporti di J.F. Kennedy e La Guardia.

Teatro della carneficina è stato Prospect Park, il grande polmone di verde di Brooklyn: la scorsa settimana biologi e veterinari sono calati sul parco, hanno rastrellato gli animali in un’area recintata, poi li hanno trasportati due a tre alla volta in un edificio vicino dove sono stati uccisi con dosi letali di biossido di carbonio. Lo ha reso noto Carol Bannerman, una portavoce del Dipartimento dell’Agricoltura.

Dal 1981 al 1999 la popolazione delle oche a New York si era decuplicata. La strage – ha spiegato la Bannerman – era necessaria: “Erano un problema per la sicurezza del volo”. Nel gennaio 2009 uno stormo di oche è stata all’origine del blocco ai motori del volo US Airways 1549, costretto a uno spettacolare quanto miracoloso atterraggio di emergenza sul fiume Hudson. L’anno scorso oltre un migliaio di oche erano state rastrellate in varie zone della città e uccise. Nella retata di Prospect Park è finita anche ‘Target’, un uccello diventato famoso qualche settimana fa perché fotografato mentre passeggiava imperturbabile con una freccia piantata nel collo.

(ANSA)

EUTANASIA PER 400 OCHE, MINACCIA PER VOLI USA
In un parco di New York.

15 luglio 2010 – Eutanasia per 400 oche in un parco di New York: i volatili rappresentavano un rischio per gli aerei in decollo dai vicini aeroporti di J.F. Kennedy e La Guardia.
Teatro della carneficina è stato Prospect Park, il grande polmone di verde di Brooklyn: la scorsa settimana biologi e veterinari sono calati sul parco, hanno rastrellato gli animali in un’area recintata, poi li hanno trasportati due a tre alla volta in un edificio vicino dove sono stati uccisi con dosi letali di biossido di carbonio. Lo ha reso noto Carol Bannerman, una portavoce del Dipartimento dell’Agricoltura.
Dal 1981 al 1999 la popolazione delle oche a New York si era decuplicata. La strage – ha spiegato la Bannerman – era necessaria: “Erano un problema per la sicurezza del volo”. Nel gennaio 2009 uno stormo di oche è stata all’origine del blocco ai motori del volo US Airways 1549, costretto a uno spettacolare quanto miracoloso atterraggio di emergenza sul fiume Hudson. L’anno scorso oltre un migliaio di oche erano state rastrellate in varie zone della città e uccise. Nella retata di Prospect Park è finita anche ‘Target’, un uccello diventato famoso qualche settimana fa perché fotografato mentre passeggiava imperturbabile con una freccia piantata nel collo.
(ANSA)
Annunci

2 Risposte

  1. Luca Piras

    Vergognosi potevano trasferirle in un altro lungo magari qualche parco! Che indecenza

    15 luglio 2010 alle 8:55 am

  2. daniela

    possibile che non c’e’ un animale in grazia di dio ncopp a sta terr e merd?Quando muoiono questi esseri diciamo umani al mio paese li chiamano LOTAAAAAAAAAAAA

    15 luglio 2010 alle 8:54 pm

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...