AGAINST ANIMAL CRUELTY

Bambini down accudiscono 21 cavalli salvati da macello

La cura quotidiana di cavalli salvati dal macello, come momento di integrazione e socializzazione tra i bambini «normali» e quelli disabili o con difficoltà comportamentali. È l’obiettivo del progetto «Giocando cavalcando», curato dall’associazione sportiva dilettantistica l’Unicorno, dall’Associazione genitori Perugia – Corciano e da «Uno in più», Associazione sindrome di down Corciano. Il vicepresidente della Provincia di Perugia, Aviano Rossi, ha sottolineato l’importanza dell’iniziativa visitando la scuderia l’Unicorno di Corciano, dove si trovano i 21 cavalli, tutti animali che erano stati destinati alla macellazione, perchè malati, anziani o semplicemente abbandonati, utilizzati oggi per la socializzazione tra bambini.

DAI 4 AI 12 ANNI – «Il progetto è un esempio positivo di come sia possibile conciliare un’attività di sensibilizzazione nei confronti degli animali con l’educazione dei bambini», ha affermato Rossi. L’ideatrice del progetto, Katia Brozzi, ha spiegato come «i piccoli, con un’età che va dai 4 ai 12 anni, sono coinvolti nelle molteplici attività che riguardano la vita del cavallo, come dargli da mangiare, spazzolarli o pulire le loro selle; un percorso, che permette di costruire un rapporto basato sulla conoscenza e sul rispetto dell’animale».

|Agi – corriere.it|

Annunci

Una Risposta

  1. baini assunta

    Splendida iniziativa,mi auguro che ce ne possano essere altre .

    12 luglio 2010 alle 9:14 pm

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...