AGAINST ANIMAL CRUELTY

ACIDIFICAZIONE OCEANI SEMPRE PIU’ VELOCE PER CO2

Acidificazione degli oceani sempre piu’ rapida a causa delle emissioni di CO2. A lanciare l’allarme e’ un nuovo studio della National Accademy of science americana che, sottolineando le ‘preoccupanti’ conseguenze ambientali di questo processo, ha raccomandato di seguire le basi gettate dal ‘National Ocean Acidification Program’. Dalle analisi svolte e’ risultato che l’oceano assorbe circa un terzo delle emissioni di CO2, comprese quelle prodotte dai combustibili fossili, dalla produzioni del cemento e dalla deforestazione. Questo processo, producendo una diminuzione del Ph dell’acqua, porta ad una combinazione di cambiamenti chimici noti come ‘acidificazione degli oceani”: dall’inizio della rivoluzione industriale, il Ph medio della superficie dell’oceano e’ diminuito di circa 0,1 unita’, da circa 8,2-8,1 . I modelli di previsione futura pero’ sottolineano che entro la fine del secolo, se non ci saranno cambiamenti radicali nel modo di vivere, il tasso di variazione sara’ di 0,2-0,3 unita’. Tali cambiamenti influiscono drasticamente sui processi biologici degli animali e sugli stessi ecosistemi marini: nonostante non siano ancora note le capacita’ dei vari organismi di ‘acclimatarsi’ alla nuova situazione, i risultati delle analisi hanno mostrato per esempio una diminuzione nel guscio e nella crescita scheletrica di una serie di organismi dai coralli ai molluschi, come ostriche e cozze, compresa una varieta’ di plancton. Barriera corallina, pesca, specie protette e molte risorse naturali sono in serio pericolo. Per questo motivo e’ necessario, secondo quanto e’ stato sottolineato dal comitato di studio, promuovere un programma adeguato che consenta di approfondire e comprendere il fenomeno in atto cercando di mettere un freno a questo processo distruttivo: prendendo spunto dal National Ocean Acidification Program del governo federale americano, sara’ pertanto necessario creare un programma che garantisca una rete di osservazione, strutture di sostegno alla ricerca, piano strategici, ufficio di gestione dei dati. (ANSA)

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...