AGAINST ANIMAL CRUELTY

NON AMMESSI A PASQUETTA CON IL CANE ADDIRITTURA IN UN BOSCO!

E’ successo in provincia di Viterbo.

Gentile redazione, molte sono le campagne che ogni anno si fanno contro l’abbandono degli animali, ma nessuno fa nulla per rendere più semplice il fare le vacanze con il proprio amico a quattro zampe. Il giorno di Pasquetta, io e mia moglie ne abbiamo avuto un’ulteriore conferma.

Ci siamo recati con il nostro cagnolino (un bastardino di due chili) a Bomarzo per visitare il parco dei mostri. Dopo ben tre ore di viaggio, abbiamo scoperto, con nostra grande sorpresa, che un cane non è ammesso in un bosco. Non stiamo parlando di un museo o di una chiesa, ma proprio di un bosco! E tale divieto c’è stato reiterato nonostante la nostra proposta di visitare il parco portandolo in braccio.

Se questa è l’accoglienza per gli animali domestici in un posto in cui essi dovrebbero essere di casa è comprensibile quali siano le difficoltà di chi vuol fare le vacanze con il proprio cane, gatto ecc. Da qui la scelta, sicuramente esecrabile, di molte persone di risolvere il problema delle vacanze abbandonando l’animale a se stesso. Ma la risposta a ciò non dovrebbe essere rappresentata, o almeno non rappresentata solamente, dalle tante e spesso inutili parole spese durante le campagne di sensibilizzazione ma da scelte coraggiose che rendano non utopistiche le vacanza con il proprio amore a quattro zampe. E’ molto meglio un gesto concreto che mille parole. Distinti saluti

da Il Messaggero

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...