AGAINST ANIMAL CRUELTY

CANE POLIZIOTTO LA AZZANNA BIMBA SALVA PER MIRACOLO

Una bambina di quattro anni è stata aggredita da un cane poliziotto in un parco e si è salvata per miracolo, grazie all’imbottitura del suo cappotto. E’ successo a Canvey Island, nell’Essex (Gran Bretagna), il giorno di Pasqua. La piccola Erika Carter De Freitas Galiano, che si trovava al Kismet Park con sua madre Kerry, 24 anni, è stata morsa prima al braccio e poi al corpo da un grosso pastore tedesco, che era accompagnato da un poliziotto che non è riuscito a fermarlo. “Mentre stavamo facendo una passeggiata ho visto un uomo con un cane avvicinarsi a Erika, ma non pensavo fosse una minaccia – ha raccontato la madre al Daily Mail – mi sono voltata un attimo, ho sentito un urlo e ho visto mia figlia per terra che gridava con questo cane addosso”. Per fortuna, grazie all’imbottitura del suo cappotto, Erika se l’è cavata solo con un livido al braccio destro, anche grazie all’intervento pronto dell’agente di polizia. “L’uomo disse qualcosa al cane e lo allontanò da Erika, per poi prendere mia figlia in braccio – ha detto ancora la madre – gli chiesi perché portasse il suo cane in giro senza guinzaglio, e lui mi disse di essere un poliziotto, e che quello che aveva aggredito mia figlia era un cane poliziotto. Non ci si aspetterebbe mai di trovare un cane così grosso e pericoloso in un parco frequentato da bambini”. Il poliziotto si è giustificato dicendo di pensare che nel parco, a quell’ora della sera (erano le 19) non ci fosse ormai più nessuno. E’ stata aperta ovviamente un’inchiesta sulle responsabilità dell’agente di polizia.

fonte

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...