AGAINST ANIMAL CRUELTY

Catturato il coyote di New York

Trenta poliziotti e un coyote. Non è il titolo di un film ma un vero e proprio inseguimento che è andata in scena ieri nel quartiere newyorkese di TriBeCa. Era da due giorni che la polizia cercava di catturare l’animale che era sempre stato in grado di sfuggire all’ultimo. Di qui l’idea di mandare una vera e propria spedizione con abbondanza di uomini mezzi. Alla fine, dopo appostamenti e inseguimenti, i poliziotti sono riusciti a catturare il coyote terrorizzato, una femmina di circa un anno da 15 chili, che aveva cercato rifugio in un garage. L’animale si è fatto trovare esausto sotto una macchina parcheggiata, ma anche lì non è stato facile agguantarlo. Si è così dovuti ricorrere a una pistola con sedativo per addormentarlo e catturarlo.

Una volta preso, 12 poliziotti hanno sfilato davanti a una folla incredula con il trofeo finalmente ingabbiato. Il dipartimento ha spiegato che inizialmete la ’missionè era stata affidata a sei poliziotti con tre macchine ma via via che la caccia si faceva più serrata altri poliziotti si sono uniti, con un totale di 30 automobili, quasi si trattasse della cattura di un pericoloso terrorista.

l coyote, battezzato Wally perché inizialmente pensavano fosse un maschio, è stato poi portato all’Aspac, un centro per la protezione degli animali a East Harlem. Verrà liberato presto in uno dei parchi della città ma ancora non è stato rivelato di quale si tratti. Gli verrà inserito un microchip per studiare i suoi spostamenti. È la terza volta in un mese che la polizia viene chiamata per catturare un coyote nella parte occidentale di Manhattan. I primi avvistamenti erano stati registrati a gennaio in Central Park.

(La Zampa.it)

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...