AGAINST ANIMAL CRUELTY

CANILE DI CICERALE, INIZIA IL PROCESSO

Lega del cane, Lav, Associazione Canili Lazio e Associazione Zoofila Salernitana si costituiscono parte civile.

Oggi si terrà la prima udienza, presso il Tribunale di Vallo della Lucania (Salerno), ove è stato rinviato a giudizio il titolare del tristemente famoso canile “Oasi San Leo” di Cicerale (Salerno) posto sotto sequestro da parte dei NAS dei Carabinieri nel dicembre 2008, dopo anni di segnalazioni, denunce e numerose interrogazioni parlamentari.

Il rinvio a giudizio, deciso dal Pubblico Ministero Renato Martuscelli per i reati di maltrattamento di animali e detenzione in condizioni incompatibili, irregolarità nello smaltimento dei reflui e delle carcasse, è reso noto dal coordinamento legale nato per supportare il Ministero della Salute e il Tribunale di Vallo della Lucania nell’azione di chiusura del Canile di Cicerale, cui aderiscono Lega Nazionale per Difesa del Cane, LAV, Associazione Canili Lazio, Animals Asia Foundation, Oipa ed Enpa.

Lega Nazionale per la Difesa del Cane, da cui è partita la denuncia che si è conclusa con il rinvio a giudizio, LAV, Associazione Canili Lazio e Associazione Zoofila Salernitana, si costituiranno parte civile nel procedimento penale che vede sotto accusa la gestione di un canile drammaticamente conosciuto, anche dall’opinione pubblica estera, per le condizioni tragiche in cui erano tenuti gli animali che vi conducevano una (brevissima) vita d’inferno. Una struttura dove i cani non potevano restare. Lo aveva affermato anche il Ministero della Salute a febbraio dello scorso anno, a seguito di un sopralluogo durante il quale aveva riscontrato le precarie condizioni igienico-sanitarie ed aveva esortato i Comuni a ricoverare i cani in strutture idonee.

Le Associazioni si augurano che, nel corso del giudizio, si chiariscano finalmente le responsabilità di gestione della struttura, infelicemente nota anche per l’altissimo tasso di mortalità che ha raggiunto il 98, 05% dei cani accalappiati. Una percentuale che desta ancora più inquietudine se si pensa che, fino all’epoca del sequestro, il canile ospitava una media di 1600 animali in ogni mese dell’anno.

Fonte

Annunci

Una Risposta

  1. luisa

    cosa dire che un cane di ciceriale vive da me ed è molto coccolata
    ciao
    luisa

    4 agosto 2010 alle 10:04 pm

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...