AGAINST ANIMAL CRUELTY

CANI TORTURATI E IMPICCATI A SAMBUCA DI SICILIA

Enpa pronta a costituirsi parte civile.

L’Ente Nazionale Protezione Animali è pronto a costituirsi parte civile nel procedimento a carico degli autori delle torture e delle uccisioni di cani a Sambuca di Sicilia. In un pozzo situato nel territorio del centro in provincia di Agrigento, alcuni passanti hanno trovato corpi di cani, impiccati. “I corpi senza vita dei poveri cani – ha dichiarato Cataldo Paradiso, consigliere nazionale di Enpa e presidente della Sezione catanese della Protezione Animali – avevano evidenti segni di torture subìte. Sulle pareti dello stesso pozzo sono stati trovati altri cappi evidentemente serviti allo stesso scopo in altre occasioni; più in basso, tra pneumatici e altri rifiuti, vi era anche la carcassa di un cavallo”. E mentre il sindaco di Sambuca di Sicilia promette una maggiore attenzione e una forte vigilanza, la gente del posto sembra non avere dubbi sul “movente”: sarebbe opera di “bulli”.

“A Catania – ha aggiunto Cataldo Paradiso – la Sezione provinciale Enpa porta avanti da tempo un progetto di sensibilizzazione rivolto agli alunni della scuola primaria e secondaria: avviciniamo i giovani al mondo della natura e agli animali. Atti come quello di Sambuca sono certo dei reati penali ma si rilevano anche indicativi delle personalità degli autori”. “Siamo pronti a costituirci parte civile”, ha dichiarato la Presidente Nazionale di Enpa, Carla Rocchi. “Facciamo quotidianamente – ha aggiunto Rocchi – ogni sforzo sul piano educativo e su quello della sensibilizzazione; ma al nostro intervento culturale, in casi come questi, vanno affiancati gli strumenti della prevenzione e della repressione dei reati. Torturare esseri viventi indifesi è vergognoso: non si dimostra coraggio in questo modo; si evidenzia invece una debolezza umana capace solo di avere ragione su esseri incolpevoli”. (animalieanimali.it)

Annunci

6 Risposte

  1. elisabetta

    Sono di Torino, e sono piemontese, amo tantissimo la Sicilia, ci sono stata più volte e per tanto tempo, l’ho girata tantissimo, e vorrei tornarci, ma l’unica cosa che mi chiedo è, come, i siciliani, non si rendano conto dell’immenso tesoro che hanno sotto i piedi e, xchè sotto l’aspetto ambientale e animale, siano ANCORA COSI’ NON CIVILIZZATI!!!

    25 marzo 2010 alle 5:21 pm

  2. LISA GIUNTA

    Che schifo queste barbarie succedono sempre da noi in sicilia,e soprattutto sono dei ragazzetti rognosi che non meritano la vita ma spesso e’ dovuto alla superficialita’ dei genitori nei confronti della natura!vergogna sicilia fai qualcosa!

    25 marzo 2010 alle 5:40 pm

  3. sonia

    ma è un cane da caccia e ha il collare….sarà stato il cacciatore

    25 marzo 2010 alle 5:58 pm

  4. Monia

    chi e’ capace di fare questo e’ un INCIVILE!Quanti pazzi ci saranno seminati per il mondo?

    26 marzo 2010 alle 1:04 am

  5. A sentire tutte le brutte notizie che riguardano maltrattamenti di animali in tutto il mondo, si deduce che Dio quando ha creato l’uomo è stato un pò distratto, nella testa e nel cuore ha abbondato con la cacca.

    26 marzo 2010 alle 7:38 pm

  6. salvo marletta

    vorrei fare lo stesso male che fanno agli animali a che ne fa a loro.
    facciamo si che ogni animale possa vivere una vita dignitosa visto che come noi umani si e’ solo di passaggio su questa terra.
    amate tutti gli animali

    17 aprile 2010 alle 6:47 pm

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...