AGAINST ANIMAL CRUELTY

Bracconaggio, uno sporco ‘affare’

SALERNO – Il bracconaggio, contrariamente a quanto si pensi, non è un fenomeno statico, fermo, fine a se stesso; è molto di più. L’evoluzione dei tempi, la crisi economica, lo smisurato ‘piacere’ di uccidere, o catturare un animale indifeso, sta diventando qualcos’altro, qualcosa di diverso. Negli ultimi tempi si sta assistendo con maggiore frequenza ad una vera e propria ‘monetizzazione’ della caccia di frodo, ovvero, l’abbattimento, la macellazione e la rivendita della fauna selvatica, ad esempio, quella della carne di cinghiale, molto richiesta e consumata negli ambienti rurali. Le guardie ecozoofile dell’ANPANA Salerno, proprio stamani, durante un servizio di repressione degli illeciti nei pressi della riserva naturale Oasi WWF di Persano (SA), hanno scoperto una zona ‘franca’ adibita a discarica delle carcasse di animali macellati abusivamente.

Un esposto sarà presentato in questi giorni agli organi competenti con la richiesta di adottare tutte le misure di prevenzione e repressione contro questi scempi. Nel frattempo l’Anpana, in collaborazione del Comitato Regionale Antivivisezione e zoomafia (ente no profit), eseguiranno uno screening dei casi accertati nella provincia di Salerno e presenteranno un dossier alla Procura della Repubblica competente.

A tal proposito Antonio Cinque – comandante regionale Anpana Campania – dice: “L’esercizio barbaro della pratica del bracconaggio, oramai, è divenuto lucrativo per coloro i quali lo esercitano e, fino a tal punto redditizio, da potersi inserire in un contesto ‘zoomafioso’. Probabilmente siamo abituati a pensare -erroneamente- alla mafia come una cosa astratta, come se appartenesse ad un mondo lontano da noi. Non è così. Anche gli animali (oggi soprattutto) sono diventati tra le principali fonti di guadagno illecite di questo Paese; le cronache quotidiane nazionali lo dicono chiaramente. C’è bisogno uno sforzo collettivo per invertire questa pericolosa tendenza. Non possiamo coprire ancora a lungo tali misfatti: un crimine contro gli animali e l’ambiente, è un crimine contro noi stessi”.Nell’immediato saranno predisposti ulteriori controlli delle zone rurale della provincia; tra l’altro, proprio l’ANPANA, sarà impegnata in un campo antibracconaggio nel parco nazionale del Cilento (SA), settimana prossima.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...