AGAINST ANIMAL CRUELTY

CESAR MILLAN CON “DOG WHISPERER” UTILIZZA COLLARI ELETTRICI?

Interrogativo lanciato dall’Associazione Nazionale Medici Veterinari. Chiesta sospensione del programma a Sky.

Le immagini diffuse in questi giorni su You Tube svelerebbero l’uso di collari elettrici da parte del dog whisperer Cesar Millan.

L’ANMVI che da tempo ha chiesto la sospensione del programma, ha chiesto al Sottosegretario Martini di verificare i contenuti della trasmissione. Secondo l’Associazione Nazionale Medici Veterinari Italiani il programma Dog Whisperer in onda sul canale Sky NatGeo Wild, è diseducativo e contrario ai principi del corretto rapporto uomo animale.

I metodi del famoso addestratore di cani, Cesar Millan, in onda da alcune settimane in Italia, non sono riconosciuti dalla comunità scientifica veterinaria che disapprova le tecniche coercitive e punitive messe in atto dal dog trainer.

L’Associazione ha chiesto anche l’intervento del Sottosegretario di Stato alla Salute Francesca Martini per il messaggio diseducativo sulla gestione dell’aggressività del cane, contrario alle indicazioni delle recenti ordinanze ministeriali.

In Italia l’uso di collari elettrici è vietato dall’ordinanza ministeriale 3 marzo 2009 che cita tra le proprie fonti giuridiche la sentenza della III sezione penale della Corte di cassazione n. 15061 del 13 aprile 2007, con la quale la Suprema Corte ha ritenuto che l’uso del collare di tipo elettrico, quale «congegno che causa al cane una inutile e sadica sofferenza», rientra nella previsione di cui all’art. 727 ora art. 544-ter del codice penale che vieta il maltrattamento degli animali.

(Animalieanimali.it)

Annunci

16 Risposte

  1. Stefania

    Vi prego aprite una petizione, tempestate i media, invitate tutte le associazioni possibili ma blocchiamo questa tendenza esterofila e beota di berci tutto ciò che ci propinano gli States.

    Millan è uno dei tanti sub-umani crudeli venduti benissimo da campagne marketing ad hoc. Non possiamo accettarlo!

    Grazie,

    stefania

    22 gennaio 2010 alle 11:22 am

    • se non fosse che si offende ed infama un rispettabile professionista ci sarebbe da ridere su questa assurda campagna denigratoria. prima di tutto da chi parte la petizione contro di lui? guarda caso da chi fa piu o meno il suo stesso lavoro! come se chi possiede una pasticceria andasse a dire che i suoi concorrenti vendono dolci scadenti.. bella mossa!!! gia questo dovrebbe darci da pensare. poi magari le persone che ne parlano male sono quelle che non hanno mai posseduto un cane per cui non hanno idea di cio che questo comporti. o peggio ancora sono persone i cui cani non hanno mai avuto problemi per cui sono erroneamente convinti che per tutti sia cosi. o magari pensando alla situazione piu nera hanno avuto un cane con problemi comportamantali e lo hanno fatto sopprimere.. be voglio dirvi una cosa: pagheri oro per avere il privilegio di ricevere il suo aiuto per il mio cane! credo che lui sia una di quelle rare e fortunate persone che fanno cio che amano fare e lo fanno per aiutare gli altri, che sia veramente speciale e che abbia un dono che grazie al cielo non tiene per se ma che condivide con il resto del mondo. detto questo sarebbe utile proporre petizioni verso i proprietari di canili lagher, verso le industrie farmaceutiche e non che utilizzano i beagle per la sperimentazione, verso i proprietari di cani che li addestrano per i combattimenti… devo continuare la lista o ve ne vengono in mente altri? concludo dicendo che se toccasse al cane scegliere tra l’iniezione letale ed essere aiutato da cesar millan a vivere meglio con la sua famiglia non credo che si porrebbe tutti i vostri problemi.. grazie dell’attenzione.

      12 settembre 2010 alle 2:24 pm

  2. anche io l’ho seguito sempre perchè volevo capire meglio i suoi sistemi mi sono chiesta dove trovava tutta la sua “forza” per correre tutto quel tempo con i cani; praticamente devi aver tempo ,salute, energia solo per tenere un cane. poveri pensionati come fanno a tenere un cane?Qual’è l’essere umano perfetto che si può permettere un autocontrollo eterno da dominare il cane? Il piacere di avere un amico al nostro fianco ce lo scordiamo?

    22 gennaio 2010 alle 4:47 pm

  3. Carla

    ho letto il libro e visto e le puntate, non sembra che li usi collari elettrici, e non mi risulta una cosa del genere, la maggior parte dei soi cani sono stati salvati da eutanasia sicura, perchè diventati aggressivi e ingestibili da parte di alcuni proprietari, razze per lo più con tendenze a dominare, razze geneticamente modificate e create per combattere che solo chi ha tanta passione e tempo può permettersi di aiutare, il suo metodo è introdurli in un branco dove il cane si possa riconoscere come tale…ho seguito i suoi ottimi e validi consigli, ho una dobermann stressata cronica, aggressiva, pericolosa, è migliorata solo inserendo un esemplare equilibrato in famiglia, ho percorso centinaia di chilometri insieme a loro, lavoro e ho 2 figlie, dedico molto tempo ai miei cani, perchè li amo, ora ho iserito una pittbull femmina anche lei recuperata da un abbandono, migrare insieme alternando momenti di gioco ha miglvistosamente le loro condizioni, er non parlaredegli zainetti che adorano mettere…è riuscito a salvare alcuni cani diventati pericolosi col suo metodo, grazie per avermi aiutato Cesar

    1 aprile 2010 alle 10:36 pm

  4. Simona Tempobuono

    Onestamente mi domando che immagini abbiate visto per essere così duri nei confronti di Millan, io lo seguo assiduamente e non sono riuscita a rintracciare nulla di ciò che viene detto nel suo metodo di educazione… Se il problema è il non aver tempo da dedicare al cane e poterlo far “sfogare” in una bella corsa, bhè, allora non prendetelo un cane; se pensate di poter umanizzare un cane, alienandolo dalla sua natura e trattarlo come un bambino, non prendete MAI un cane… se non arrivate a capire che non tutti i cani sono uguali, che in una cucciolata ogni esemplare ha una predisposizione diversa riguardo la dominanza e la sottomissione e che perciò bisogna sapersi rapportare di conseguenza (e non rischiare così di avere animali aggressivi e pericolosi “da sopprimere”), non prendete assolutamente un cane…E’ la gente ignorante, buonista ed irresponsabile che fa i cattivi cani, cattivi cani che poi tocca a gente come Millan rieducare per evitare la barbara soppressione. P.S. un pensionato può tranquillamente possedere un cane, non a caso da secoli vengono selezionate razze per scopi differenti (e magari avete qualcosa da ridire pure su chi si è adoperato a tale scopo), il problema torna sempre lì, l’incoscenza delle persone che non capiscono che rapportarsi ad un barboncino non è lo stesso che rapportarsi ad un pitt-bull… scegliere un cane implica capire quali sono i propri limiti… date retta a me, gente come voi è meglio che non lo abbia un cane.

    13 aprile 2010 alle 12:08 pm

  5. Simona Tempobuono

    Facendo una ricerca più approfondita ho potuto constatare che le accuse mosse a Millan riguardo l’uso dei collari elettrici è fondata, fermorestando le opinioni da me espresse sul concetto di dominanza e sottomissione, sulla necessità di completa dedizione e sull’importanza del saper “scegliere”, prendo fortemente distanza da tutti coloro che applicano metodi crudeli come l’uso del collare elettrico, sia pure un professionista esperto e giusto, quale ritenevo eroneamente Millan.

    17 aprile 2010 alle 5:35 pm

  6. teresa benedetti

    vedo anche Victoria Stillwel, e mi sembra più posata nell’adestrare. se Millan fosse in Italia certo lo seguirei con interesse per i miei cani perchè mi piace rendermi conto personalmente. ripeto , invidio la forza di Cesar a seguire i cani che io non ho.

    1 giugno 2010 alle 7:09 pm

  7. tiziana

    Ho una cagnolona meticcia di 8 anni presa al canile quasi 2 anni fa….quando è arrivata ha avuto parecchi problemi di adattamento: ansia da separazione, stress, paura degli altri uomini ecc
    Non sono alla mia prima esperienza di cani, avendo posseduto in precedenza un pastore tedesco per 12 anni….Nel corso dei dodici anni avevo già letto libri sull’argomento dell’addestramento del cane e fatto anche alcune sedute con veterinari comportamentalisti per migliorare alcuni aspetti del mio pastore tedesco come aggressività verso altri cani e testardaggine, per cui alla fine faceva quello che voleva…
    Devo dire che i metodi tradizionali del cosidetto rafforzo positivo con me non hanno avuto alcun riscontro…il mio cagnolone si mangiava tutte le ricompense e poi ricominciava esattamente a comportarsi come d’abitudine…
    All’arrivo della nuova meticcia ho riacquistato tutti i libri possibili e immaginabili sull’argomento…ma una cosa è addestrare un cucciolo a 6 mesi d’età, un altra cosa è intervenire sul comportamento di un cane che ha 8 anni d’età, che è stato maltrattato e picchiato in precedenza sino a perdere qualsiasi fiducia nell’uomo…che non ha mai visto una casa in precedenza, in quanto relegata in un cortile o in un box e quindi non sa come comportarsi socialmente….
    Devo dire che per caso mi sono imbattuta nel libro di Cesar Millan “l’uomo che parla ai cani” scoprendo finalmente che non era la fine del mondo se i comandi come “seduto”, “terra”, “ferma”, “cuccia” la mia cagnolona non li volesse imparare…tenendo conto che probabilmente aveva vissuto in un campo nomadi o comunque con gente straniera perchè apparentemente non capiva neppure le parole più semplici che tutti i cani “italiani” comprendono, come “andiamo” o “pappa”…e che ha imparato a riconoscere solo dopo mesi…
    Leggendo il libro di Millan sono rimasta affascinata dai contenuti: finalmente nuovi, innovativi e mi sono apparsi a prima vista qualcosa di concreto che avrei potuto provare a sperimentare man mano…
    Devo dire che delusa dalle esperienze precedenti ho iniziato a mettere in atto i consigli di Millan senza molta convinzione ma mi sono ricreduta…
    Quello che è risultato essenziale è stato il fatto di aver compreso che forse tutti i problemi della mia cagnolona dipendessero da una totale mancanza di fiducia in sè stessa….e non dal fatto che non fosse stata addestrata a stare ferma o seduta a comando come un animale da circo
    Ho incominciato a comprendere il significato della “passeggiata” nella nuova ottica prospettatami da Millan….la passeggiata vista non come scocciatura e perdita di tempo allo solo scopo di “far evacuare” il cane, ma come momento essenziale per rafforzare il legame uomo-cane e per acquisire rispetto da parte del proprio cane infondendo nel contempo a lui fiducia e autostima….
    Così la mia passeggiata è diventata man mano più energica e veloce, piccoli strattoni in alto per elevare il muso dal livello del suolo e farla camminare eretta (coercizione?), piccole correzioni col corpo per impedire che stesse 3 metri avanti a me o che procedesse zizzagando (metodi brutali?), calma e sangue freddo incrociando un altro cane …..
    Non me ne sono neppure accorta ma in brevissimo tempo la mia amata quattrozampe ha cambiato comportamento….si è “rilassata”, ha acquisito fiducia in me e negli altri: nei primi mesi nessuno poteva toccarla sul naso senza che lei ringhiasse, in quanto il naso le era stato rotto in precedenza da qualche “animale a due zampe”, ora si lascia strofinare il muso da quasi tutti: all’inizio terrore della scopa (forse usavano questa per picchiarla), ora si può tranquillamente scopare anche a 2 cm da lei…ecc ecc
    Come per incanto dal nulla il giorno precedente piangeva e guaiva se la lasciavo in casa cercando di aprirsi la porta e il giorno successivo mentre mi accingevo ad uscire mi ha guardata beatamente sdraita con l’espressione de tipo “ci vediamo dopo” e da allora mi attende al ritorno senza stress e senza saltarmi addosso al rientro….senza bisogno di lasciarli giochini precedentemente raffreddati in freezer e riempiti di pappa che a detta di molti dovrebbero essere la panacea all’ansia di separazioe e che lei guardava incredula senza sapere cosa farsene…
    Certo devo dire che personalmente se avessi raggiunto lo stesso risultato con il rafforzo positivo forse avrei speso una fortuna in “bocconcini” e lei sarebbe ingrassata a dismisura ma io avrei impiegato meno energie…è più comodo dedicare 20 minuti al giorno in casa a ripetere comandi che impegnarsi costantemente tutti i giorni e due volte al giorno e fare passeggiate “costruttive” di circa 1 ora…ma lei è felice! Ora passeggia a testa alta anche senza correzioni e quando rientra è stanca ma visibilmente rilassata…cerca la cuccia e fa un bel sonno…senza continuare a gironzolare ansiosamente per casa in cerca di non si sa cosa…
    Io ho sperimentato su me stessa il metodo Millan e mi sento capobranco e a quanto pare anche per lei lo sono…..se “mollo il colpo”, a volte per pigrizia, permettendole di passeggiare come vuole lei, in brevissimo la sua ansia riprende, come se le venisse a mancare quella guida sicura che lei cerca per essere felice…
    Ritengo che in natura qualsiasi mamma animale utilizzi qualche piccola “violenza” non per punire ma per educare il proprio cucciolo: leggeri morsi (per noi umani riprodotti dalla mano a premere leggermente sul collo dell’animale), spostamenti fisici (per noi umani il colpettino sul fianco del cane con il nostro corpo o la punta del piede (non i calci) ecc…..dall’altra parte è difficile immaginare mamma cane o mamma gatto a elargire bocconcini ricompensatori…
    Ritengo anche che questo metodo sia molto più rispettoso nei confronti dell’animale rispetto ad addestramenti stile “circo equestre”..
    Penso che ciascuno sia libero di credere nel metodo educativo di sua scelta senza “buttare fango” su chi non si muove nel gruppo….e che questa presa di posizione contro Millan stia solo a testimoniare che forse lui ha colto nel centro dove molti hanno fallito e ora che Millan è diventato così popolare, se qualcuno come me decide di provare a seguirlo, forse è un potenziale cliente perso ed una seduta educativa a pagamento che non si riesce più a vendere con conseguenti perdite economiche…
    Pertanto per il momento io procedo con le metodiche Millan e mi sento di consigliare questo metodo ad altri….quando vedrò qualcuno qua in Italia gestire un branco di 40 cani tra cui rotwailer e pitbull, andandosene a spasso tranquillo in città elargendo bocconcini…magari mi ricrederò

    Tiziana

    15 giugno 2010 alle 4:04 pm

  8. teresa benedetti

    anche io continuo a vedere il giovedi e la domenica sera Millan, e vedo che educa più i padroni li rende mugliori per i cani continuo a essere invidiosa della sua energia che gli permette di correre tanto, io non posso per l’ernia al disco e mi dispiace di non poter far sfogare i cani in passeggiate. esorto tutti a farle con i propri cani si sentiranno meglio. vedete anche Victoria Stiwelt: basta, io o il cane su ski 421

    2 luglio 2010 alle 5:10 pm

  9. alessandro

    anzitutto millan non e’ un educatore cinofilo, ma un comportamentista per cui non bisogna prendere il suo esempio per addestrare un cane, ma bisogna fare riferimento al suo modo di comportarsi e approcciarsi al cane.
    chiunque abbia visto il programma o letto il libro, dovrebbe sapere che non usa collari elettrici o strumenti coercitivi attivi o passivi.
    certo e’ che il suo metodo di approccio e’ a senso unico “io uomo” ti comando e tu obbedisci perche’ sei il mio cane e io sono il tuo capobanco indiscusso.. sicuramente un metodo che non e’ in linea con i medoti modermi, ma insisto sul fatto che lui e’ un comportamentista, non un educatore cinofilo.

    20 luglio 2010 alle 6:30 pm

  10. maria cannella

    io trovo che sia bravo e che voi facciate una crociata corporativistica.Mi ha molto aiutatocon la mia bassotta camilla molto problematica. Forse è solo un po’ ripetitivo, e noioso.

    23 luglio 2010 alle 5:30 pm

  11. Jack Russel

    Cesar Millan tutta la vita. Sono mamma di 2 bimbi di 9 e 11 anni, viviamo con un pitt bull, un rotwailer, un bouledogue francese,un jack russel un chiwawa e un meticcio, abbiamo un’attività e una giornata piena di impegni.
    il programma lo seguo con molto interesse. Trovo che Cesar sia un cane incarnato in un uomo, nessun altro educatore più di lui, a mio parere ha capito l’universo canino meglio.
    Sa come trattare con i cani, perchè segue le loro stesse regole, che sono semplici e senza troppi raggiri. Uno come lui non ha bisogno di collari elettrici e nemmeno della minima forza. Basta un solo sguardo per comunicare con un cane. Ripeto cesar tutta la vita.

    27 luglio 2010 alle 5:29 pm

  12. aldo

    Chi parla male di del mitco Millan lo fa secondo me solo per un’incontenibile invidia. Non usa nessun tipo di collare elettrico e mi piacerebbe sapere dove si sono documentati quelli che dicono di averlo fatto perchè anche volendo in rete non si riesce a trovare nulla a riguardo. Grande Millan sei il migliore!!

    3 agosto 2010 alle 2:18 pm

  13. Antonio

    Appoggio in pieno ciò che dice maria cannella, è una crociata fatta dai “soliti signoroni intoccabili che hanno la verità in tasca”, e basta. I suoi metodi non sono affatto coercitivi, non usa assolutamente nessun aggeggio elettrico, tratta il cane esattamente come lo tratterebbe un suo pari, con le leggi non scritte del branco. A mio parere il suo pregio è quello di capire la mentalità del cane e farne uso per farsi capire da loro. Molti cani prendono brutte abitudini perchè i loro “padroni” hanno brutte abitudini. Secondo me non esistono cani cattivi, ma cattivi padroni.

    5 agosto 2010 alle 12:11 pm

  14. Maria Teresa

    Ma coloro che ingaggiano questa crociata contro Cesar han mai avuto davanti un cane aggressivo che pesa 70 Kg che mostra i denti??? Perchè francamente se io non avessi seguito il programma di Cesar, letto i suoi libri e non avessi messo in pratica i suoi metodi ora forse avrei una bella cicatrice profonda!!!
    Qui mi pare di essere a livello degli animalisti che han fatto sequestrare dei cavalli e fatti rinchiudere in box, perchè secondo loro sporchi di fango, in un paddok gigantesco non stavano bene…
    Ma la gente vuol cominciare a ragionar con la propria testa e sperimentare anzichè criticare??

    6 agosto 2010 alle 10:38 am

  15. Pingback: Articolo: L'ADDESTRAMENTO SEVERO

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...