AGAINST ANIMAL CRUELTY

Speronato il trimarano ambientalista. Lo scafo si è spezzato in due

Il trimarano ambientalista Ady Gil è stato speronato da una nave della flotta baleniera giapponese, la Shonan Maru, al largo della Baia di Commonwealth, in Australia. Dopo l’impatto lo scafo dell’avveniristica imbarcazione utilizzata per “disturbare” le baleniere giapponesi si è spaccato in due: non è affondato immediatmaente, ma i danni sono irreparabili. I sei membri dell’equipaggio (cinque neozelandesi e un olandese) sono stati soccorsi e sono usciti indenni dallo scontro.

I marinai della Shonan Maru 2, che protegge le baleniere giapponesi dagli attacchi degli ambientalisti, sostengono che gli attivisti hanno tentato di ostacolare le eliche della loro nave con una fune e hanno puntato un “indicatore laser verde” in direzione dell’equipaggio. Il capitano dell’imbarcazione ambientalista, Pete Behune, ha invece accusato i giapponesi di aver speronato di proposito il trimarano. “Lo Shonan Maru numero 2 si è improvvisamente messo in movimento e ha deliberatamente colpito l’Ady Gil sfondando 2,4 metri di prua. Le possibilità di recuperarla sono molto labili”, si legge in una nota della Sea Shepherd, cui l’imbarcazione era stata donata pochi mesi. Per stabilire l’esatta dinamica dell’incidente verranno visionati i filmati, girati dai responsabili della Baia.

L’Ady Gil è un trimarano nero in carbonio e kevlar che può raggiungere i 93 chilometri orari. Doveva servire a ostacolare l’avanzata dei pescatori giapponesi nell’Antartico con operazioni di disturbo. In passato, il suo l’equipaggio aveva lanciato bombolette maleodoranti contro la baleniera nipponica.

“Le baleniere giapponesi si sono macchiate di un’escalation molto violenta del conflitto. La distruzione dell’Ady Gil rappresenta una perdita sostanziale per la nostra organizzazione”, ha commentato Paul Watson, responsabile della campagna condotta annualmente da Sea Shepherd, quantificando il danno in circa due milioni di dollari.

Secondo gli ambientalisti, ma anche secondo le autorità australiane e neozelandesi, il Giappone aggira la moratoria internazionale sulla caccia alle balene in vigore dal 1986.

(repubblica.it)

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...