AGAINST ANIMAL CRUELTY

(Gran Bretagna) TOPO MANGIATO A ‘L’ISOLA’: PROTEZIONE ANIMALI DENUNCIA LA TRASMISSIONE

La rete televisiva britannica ITV1 si è dovuta scusare ufficialmente per aver permesso che i partecipanti di un reality show uccidessero e mangiassero un ratto. L’episodio, mandato in onda venerdì, è accaduto durante il popolare ‘Ìm a Celebrity…Get me out of Here!’, versione britannica dell’Isola dei Famosi. Due dei partecipanti, il vincitore Gino D’Acampo e l’attore Stuart Manning, lamentavano carenza di cibo e hanno quindi chiesto alla produzione se potevano uccidere e mangiare un ratto. È toccato al cuoco D’Acampo, star di varie trasmissioni culinarie britanniche, preparare il ‘risotto al rattò: «la miglior ricetta che abbia mai preparato», ha detto poi lo chef. La produzione, dopo aver controllato le norme d’igiene, ha dato il via libera, inconsapevole – ha dichiarato in seguito alle critiche – che potesse rappresentare un crimine contro gli animali. A intervenire è stata l’organizzazione australiana Rspca, che protegge gli animali contro le violenze, e che ha denunciato l’accaduto. La polizia ha fatto sapere che i due personaggi dovranno apparire in tribunale il prossimo 3 febbraio per rispondere all’accusa di crudeltà sugli animali. Intanto l’emittente, oltre a scusarsi per l’accaduto, ha fatto sapere che verrà modificato il regolamento del reality per evitare che una cosa del genere possa accadere di nuovo.

Gino D’Acampo, lo chef italiano che nel fine settimana ha vinto l’edizione britannica de “L’Isola dei Famosi”, intitolata “I’m a Celebrity…Get Me Out of Here!” finirà dinanzi ad un tribunale australiano accusato, insieme ad un altro concorrente, Stuart Manning, di crudeltà sugli animali per aver ucciso, cucinato e mangiato un topo. Lo chef 33enne, celebre nel Regno Unito per le sue comparse televisive, ha ucciso il topo quando il suo gruppo si trovava in isolamento con razioni ridotte di riso e fagioli. «Ho visto uno di quei topi correre in giro, ho preso un coltello, gli son saltato alla gola e l’ho preso», ha raccontato D’Acampo alle telecamere. David Oshannessy, della protezione animali australiana, ha dichiarato che secondo le regole sull’utilizzo di animali negli spettacoli, «uccidere un topo è inaccettabile. Il fatto è che è stato fatto unicamente per le telecamere». D’Acampo e Manning sono stati chiamati a testimoniare il 3 febbraio.

La rete televisiva britannica ITV1 si è dovuta scusare ufficialmente per aver permesso che i partecipanti di un reality show uccidessero e mangiassero un ratto. L’episodio, mandato in onda venerdì, è accaduto durante il popolare ‘Ìm a Celebrity…Get me out of Here!’, versione britannica dell’Isola dei Famosi. Due dei partecipanti, il vincitore Gino D’Acampo e l’attore Stuart Manning, lamentavano carenza di cibo e hanno quindi chiesto alla produzione se potevano uccidere e mangiare un ratto. È toccato al cuoco D’Acampo, star di varie trasmissioni culinarie britanniche, preparare il ‘risotto al rattò: «la miglior ricetta che abbia mai preparato», ha detto poi lo chef. La produzione, dopo aver controllato le norme d’igiene, ha dato il via libera, inconsapevole – ha dichiarato in seguito alle critiche – che potesse rappresentare un crimine contro gli animali. A intervenire è stata l’organizzazione australiana Rspca, che protegge gli animali contro le violenze, e che ha denunciato l’accaduto. La polizia ha fatto sapere che i due personaggi dovranno apparire in tribunale il prossimo 3 febbraio per rispondere all’accusa di crudeltà sugli animali. Intanto l’emittente, oltre a scusarsi per l’accaduto, ha fatto sapere che verrà modificato il regolamento del reality per evitare che una cosa del genere possa accadere di nuovo.

CHEF A GIUDIZIO Gino D’Acampo, lo chef italiano che nel fine settimana ha vinto l’edizione britannica de “L’Isola dei Famosi”, intitolata “I’m a Celebrity…Get Me Out of Here!” finirà dinanzi ad un tribunale australiano accusato, insieme ad un altro concorrente, Stuart Manning, di crudeltà sugli animali per aver ucciso, cucinato e mangiato un topo. Lo chef 33enne, celebre nel Regno Unito per le sue comparse televisive, ha ucciso il topo quando il suo gruppo si trovava in isolamento con razioni ridotte di riso e fagioli. «Ho visto uno di quei topi correre in giro, ho preso un coltello, gli son saltato alla gola e l’ho preso», ha raccontato D’Acampo alle telecamere. David Oshannessy, della protezione animali australiana, ha dichiarato che secondo le regole sull’utilizzo di animali negli spettacoli, «uccidere un topo è inaccettabile. Il fatto è che è stato fatto unicamente per le telecamere». D’Acampo e Manning sono stati chiamati a testimoniare il 3 febbraio.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...