AGAINST ANIMAL CRUELTY

Bagheria (PA): tentano di uccidere cani randagi, denunciati dai carabinieri.

Bagheria (Palermo) 22 novembre 2009. E’ notoria l’attività da tempo condotta sul territorio dall’Arma dei Carabinieri per la salvaguardia e la tutela degli animali, anche in ottemperanza alla normativa vigente, nonché alle tradizioni dell’Istituzione militare, che vanta gloriose unità cinofile, nonché alcuni reparti a cavallo, tra i quali, il più famoso d’Italia, conosciuto anche all’estero, il “REGGIMENTO A CAVALLO”.

In tale ottica si colloca l’intervento effettuato a Mongerbino dai Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Bagheria. Infatti i militari dell’Arma hanno denunciato in stato di libertà, per il reato di tentata uccisione e maltrattamento di animali

* S.A., nato a Bagheria (PA), classe ‘36, pensionato;

* M.N., nato a Bagheria (PA), classe ‘55,pensionato.

I due soggetti venivano sorpresi dai Carabinieri, all’interno di un appezzamento di terreno, mentre erano intenti a preparare un pasto per cani, composto da carne tritata e frammenti di vetro (cocci di bottiglia), al fine di uccidere cani randagi che, a loro dire, arrecavano disturbo.

Purtroppo, anche per come emerso da numerose segnalazioni pervenute da associazione per la difesa e la salvaguardia degli animali, questa barbara prassi è molto diffusa ed ha causato la morte di molti cani. In realtà, di concorso con le amministrazioni locali e la competenti polizia municipali, l’Arma sul territorio svolge attività di supporto nella lotta al randagismo, condotta però sempre nell’ottica della salvaguardia degli animali.

(Melitoonline.it)

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...